La Spezia, incendio nel cantiere di testimone di giustizia

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Settembre 2015 14:21 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2015 14:21
La Spezia, incendio nel cantiere di testimone di giustizia

La Spezia, incendio nel cantiere di testimone di giustizia

ROMA – Gravi danni, a causa di un incendio sulle cui origini stanno indagando le forze dell’ordine, sono stati subiti da Gianfranco Franciosi, imprenditore del settore della nautica e testimone di giustizia che vive e lavora in Liguria.

L’incendio si è sviluppato poco dopo le 22 di venerdì sera all’interno del capannone di proprietà di Franciosi che si trova in località Ameglia, La Spezia. Le fiamme hanno divorato altri capanni e distrutto materiali, scooter parcheggiati e alcuni costosissimi motori marini.

L’imprenditore, grazie al quale tempo fa sono stati arrestati dei personaggi legati al mondo del narcotraffico, era proprietario di una piccola azienda nel settore della costruzione e della manutenzione di imbarcazioni nello Spezzino.

E’ stato in passato, insieme alla sua famiglia, sottoposto a programma di protezione da quale è uscito. Il vasto incendio ha avuto origini proprio dal capannone, utilizzato come rimessa di scafi di proprietà di Franciosi e ha interessato alcuni capanni adibiti a magazzino e officina. Le imbarcazioni vicino all’ incendio sono state quasi tutte spostate ma nel rogo sono andate distrutte attrezzature, uno scooter, alcuni motori marini e altro materiale. Sul posto i Carabinieri e un’ambulanza, non si registrano intossicati.