La Spezia, Rosa Maria e Lorella spose in uniforme: le 2 militari della Marina si sono unite civilmente VIDEO

di Daniela Lauria
Pubblicato il 2 aprile 2019 10:48 | Ultimo aggiornamento: 3 aprile 2019 18:02
La Spezia, Rosa Maria e Lorella spose in uniforme: le 2 militari della Marina si sono unite civilmente

La Spezia, Rosa Maria e Lorella spose in uniforme: le 2 militari della Marina si sono unite civilmente

LA SPEZIA – Mentre a Verona si chiudeva il Congresso delle Famiglie, a La Spezia Rosa Maria e Lorella, due militari della Marina, si univano civilmente nelle loro uniformi di gala. E’ successo domenica 31 marzo e la prima a complimentarsi con loro è stata la ministra grillina della Difesa, Elisabetta Trenta: “Siete l’esempio di una importante evoluzione culturale”, ha scritto su Facebook, a rimarcare una volta di più la distanza dagli alleati di governo della Lega.

Rosa Maria e Lorella, la prima nocchiere e la seconda ufficiale, comandante di una nave, si sono incontrate proprio in Marina. “Viviamo da anni insieme e il nostro sogno era sposarci”, hanno detto agli amici. Erano in tanti al Camec, il Centro di arte moderna e contemporanea della Spezia, città dove entrambe sono di stanza, per festeggiare insieme a loro l’unione. Presenti molti amici e le famiglie di entrambe le marinaie, un po’ emozionate, ma felici: così appaiono nella foto che le ritrae appena uscite dal “tunnel” di spade incrociate dai loro colleghi, come vuole la tradizione nelle nozze dei militari. Foto che ha fatto rapidamente il giro del web.

Per il grande giorno niente vestito bianco, ma alta uniforme, Lorella con la sciarpa azzurra e la sciabola da ufficiale, entrambe con un luminoso sorriso. Amanti dei cani, ne hanno cinque, è toccato al più piccolo, un bulldog inglese di nome Ginevra, portare le fedi, appoggiate sul dorso. Non appena pronunciata la formula di rito è scoppiato l’applauso: le due militari si sono scambiate un bacio e dagli ospiti qualcuno ha gridato: “E’ fatta!”.

“Onorata e fiera di avervi sposate”, scrive su Facebook Cristina Romani, che ha celebrato l’unione. “Ho sempre vissuto controcorrente, ho sempre pensato che l’amore deve essere rispettato in tutte le sue forme perché amare è il sentimento più bello che possa capitare ad un uomo”. “Volevo rivolgere i miei più sinceri auguri a Lorella e Rosy – ho saputo che i vostri amici vi chiamano così – i nostri due marinai che il 31 marzo hanno celebrato la loro unione”, ha scritto il ministro Trenta su Facebook. “Sono stata davvero felice di vedere le immagini del vostro giorno più bello, con le famiglie riunite e tanta gioia nei vostri sguardi. Lorella e Rosy – conclude la Trenta – sono l’esempio di una importante evoluzione culturale, nelle Forze Armate e nel nostro Paese. Auguri ragazze!”.

Quello di Rosy e Lorella non è il primo caso di unione civile tra militari: c’è un precedente nell’Aeronautica che risale al 2016 e pochi altri casi. Più numerosi, invece, i “matrimoni” gay tra un militare e un civile. 

Fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev, Ansa