La Spezia. A Scogna Sottana il mistero del violino stregato

di Maria Benedetta Errigo
Pubblicato il 1 marzo 2014 8:45 | Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2014 8:45
La Spezia. A Scogna Sottana il mistero del violino stregato

Un vioino come questo suona nelle notti di Scogna Sottana

ROMA – C’è una casa infestata a Scogna Sottana, un paesino in provincia di La Spezia tanto piccolo che Google non lo rileva nemmeno nelle sue mappe. Sono moltissime le testimonianze che raccontano di una musica di violino che continua a risuonare tra le pareti di una casa abbandonata, mentre tutto intorno si alzano urla che ben poco hanno di umano.

La storia di questa casa infestata è molto particolare: pare che lì ci vivesse un giovane musicista, molto taciturno, che passava le sue giornate suonando e non parlando con nessuno. Un giorno la gente non lo vide più camminare tra le stanze della sua casa e alcuni vicini insospettiti entrarono: il giovane non c’era più, era rimasto solo il suo violino su una mensola della casa, chiuso ermeticamente nella sua custodia.

E qui ha inizio il mistero: si dice infatti che durante la notte il violino esca da solo dalla custodia e inizi a suonare le arie che il giovane musicista era solito suonare. Non solo, ci sono altre persone che dicono che le luci si accendono e si spengono, nella casa abbandonata, esattamente dove le musiche si fanno sentire più forte o più piano.

La casa non è mai più stata abitata dopo la sparizione e presunta morte del giovane violinista.