La Spezia, varato il sottomarino anti-terrorismo: ma la bottiglia non si rompe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 ottobre 2014 11:45 | Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2014 11:46
La Spezia, varato il sottomarino anti-terrorismo: ma la bottiglia non si rompe

La Spezia, varato il sottomarino anti-terrorismo: ma la bottiglia non si rompe

LA SPEZIA – E’ stato varato nei cantieri Fincantieri a La Spezia il “Pietro Venuti“, sommergibile che nel Mediterraneo avrà il difficile compito di proteggerci dal terrorismo e dalla minaccia Isis. Peccato che al momento del varo la classica bottiglia di spumante lanciata sul sottomarino non si sia rotta, lasciando presagire, se non un destino di sventura, perlomeno un inizio non proprio sotto una buona stella. Il Pietro Venuti fa parte della seconda coppia di sommergibili ordinati dalla Difesa.

“Mi viene continuamente chiesto perché continuiamo a investire nella Difesa – ha detto il ministro Pinotti presente alla cerimonia -. Faccio notare che l’Italia è divisa solo dal Mar Mediterraneo da chi ipotizza l’istituzione di un Califfato, dove il terrorismo si fa Stato. Se non vogliamo che l’Isis avanzi, dobbiamo fare la nostra parte. E per questo serve la Difesa. Chi è al governo deve uscire dalle emozioni e tenere la barra dritta sapendo che c’è una crisi complessa. Dobbiamo evitare gli sprechi, ma non possiamo fermarci davanti a queste esigenze”.