La Zanzara, lite Sgarbi-Cruciani su Mimmo Lucano: “Venti frustate al magistrato che ha sbagliato”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 aprile 2019 12:39 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019 12:39
La Zanzara, lite Sgarbi-Cruciani su Mimmo Lucano: "Venti frustate al magistrato che ha sbagliato"

La Zanzara, lite Sgarbi-Cruciani su Mimmo Lucano: “Venti frustate al magistrato che ha sbagliato”

MILANO – Botta e risposta alla Zanzara, su Radio 24, tra Giuseppe Cruciani e Vittorio Sgarbi. Si parla del caso di Mimmo Lucano, il sindaco pro-migranti di Riace nei confronti del quale la Cassazione ha annullato, nei giorni scorsi, il divieto di dimora.

Sgarbi, da sempre sostenitore del sindaco, e Cruciani, che invece ha manifestato spesso dubbi sul suo operato, si sono confrontati in un acceso scontro verbale. “Mi vuoi giustiziare sul caso Lucano”, esordisce il conduttore. Ma il critico d’arte ribatte che ora che anche la Cassazione ha motivato la parziale riabilitazione di Lucano certificando l’assenza di indizi di comportamenti fraudolenti e in pratica smontando l’intero impianto accusatorio, bisognerebbe punire il giudice. 

“In questi casi – ha detto – bisogna prendere il magistrato che ha sbagliato e dargli 20 frustate”. Non è una cosa leggera, gli fa notare Cruciani. Ma Sgarbi insiste: “Non lo è neanche la castrazione chimica, che abbiamo bocciato in Parlamento. Questa cosa delle frustate si può invece proporre. Uno che ti sequestra e ti priva della libertà è equiparato a uno che sequestra le persone”.

A quel punto il conduttore replica: “Ma come? tu difendi tutti quelli che vanno in carcere. Hai difeso pure Corona”. “Beh, Corona l’hanno mandato in carcere per quattro fotografie. Cosa vuoi che sia un ricatto?”. A quel punto Cruciani sbotta e gli fa notare che non conosce neppure i reati per cui è stato condannato l’ex re dei paparazzi. La lite si conclude con Sgarbi che sentenzia: “Io ti farei arrestare perché la tua radio è un esempio di immoralità pubblica e privata”. (fonte: La Zanzara)