Lager libici, i video dell’orrore visti da Papa Francesco: “Riportarli indietro? Pensateci bene”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 agosto 2018 10:11 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2018 10:12
Lager libici, i video dell'orrore visti da Papa Francesco: "Riportarli indietro? Pensateci bene"

Lager libici, i video dell’orrore visti da Papa Francesco: “Riportarli indietro? Pensateci bene” (frame)

ROMA – Pestaggi, torture fisiche, violenze assortite: [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] è quanto devono aspettarsi i disgraziati migranti africani segregati nei campi profughi libici, veri e propri lager, non esattamente il “porto sicuro” evocato dal ministro dell’Interno Salvini.

Torture che sono documentate da immagini video agghiaccianti per la spaventosa crudeltà perpetrata: immagini anche di buona qualità girate dagli aguzzini con gli smartphone e inviate ai lontani parenti delle vittime in vista di un riscatto.

Immagini che, come si legge in un articolo dell’Avvenire, anche Papa Francesco ha chiesto e ottenuto di guardare. Con una conseguenza immediata e non aggirabile, secondo il pontefice: “Ho visto in un video che cosa succede a coloro che sono mandati indietro e che sono ripresi dai trafficanti. Mandarli indietro? si deve pensare bene, bene, bene”, ha dichiarato tornando dalla visita pastorale in Irlanda.

“Il nastro da pacchi usato per tappargli la bocca è l’unica immagine che lo sguardo può reggere. Il resto, toglie il sonno. Le sprangate. Il machete e il pugnale che trafiggono. Il ragazzo africano legato mani e piedi, denudato perché il martirio si veda. E lui che striscia, che si dibatte, che urla mentre le guance si gonfiano perché non possono dare fiato al pianto dei dannati. Ha visto questo papa Francesco”, riferisce Nello Scavo su Avvenire.