Lago di Bolsena, fulmine colpisce barca: morto pescatore 36enne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Giugno 2020 10:22 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2020 10:22
Ambulanza, Ansa

Lago di Bolsena, fulmine colpisce barca: morto pescatore 36enne (foto Ansa)

ROMA – Un pescatore 36enne è morto folgorato dopo essere stato colpito da un fulmine.

Tutto è avvenuto nel pomeriggio di lunedì 8 giugno sul lago di Bolsena (Viterbo).

Gianni Rizzo, questo il nome del pescatore, era in barca con un amico quando, all’improvviso, un fulmine ha centrato la sua canna da pesca.

Racconta Tuscia Web:

Tragedia nel pomeriggio a Gradoli, all’altezza di San Magno. Due persone rispettivamente di 36 e 39 anni a bordo di un’imbarcazione sul lago di Bolsena si sono trovate in difficoltà a causa del maltempo sopraggiunto intorno alle 16,30. Dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che la barca sia stata colpita da un fulmine.

Il pescatore è morto folgorato:

Il fulmine avrebbe colpito la canna da pesca. L’altro si trova a Belcolle ma non in condizioni gravi.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri per tutti gli accertamenti, la squadra di Gradoli dei vigili del fuoco e i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Il 36enne, originario di Rovigo, era molto conosciuto nel mondo della pesca sportiva.

Scrive Rovigo Oggi:

Rizzo era un volto estremamente conosciuto nel mondo della pescasportiva, vincitore di premi internazionali e la sua passione era divenuta anche un lavoro visto che era un imprenditore nel settore della pesca con l’azienda T3 distribution, importatore e distributore per l’Italia dei prodotti St. Croix, Black Flagg, Damiki, Duo, Keitech, Lew’s, TOW, Valkein, Vanfook, Frogg Toggs. (Fonte: TusciaWeb, Rovigo Oggi).