Lamezia Terme. Truffe alla Asl: fermato vicesindaco di Nocera Terinese

Pubblicato il 1 Marzo 2012 11:54 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2012 12:23

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – E’ il vicesindaco di Nocera Terinese, Rolando Barletta, di 58 anni, eletto in una giunta espressione del centrodestra, la persona fermata dalla finanza perche’ intascava del denaro dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro di cui era dipendente. Barletta, dipendente dell’Asp e’ il responsabile dell’area amministrativa del Poliambulatorio di Nocera Terinese.

Attraverso annotazioni contabili artefatte e con l’emissione di falsa documentazione, secondo quanto ricostruito dalla finanza, l’uomo comunicava agli uffici centralizzati dell’Azienda di Catanzaro incassi di ticket notevolmente inferiori. In particolare, all’atto del pagamento del ticket versava solo parte della cifra mentre il resto lo intascava per se’.

L’indagine che ha portato al fermo di Barletta per peculato continuato e falso ideologico in atto pubblico, e’ stata condotta sotto il coordinamento del procuratore della Repubblica di Lamezia Terme Salvatore Vitello e del sostituto Domenico Galletta.

E’ stato accertato che da dicembre scorso ad oggi e’ stata sottratta alle casse dell’Asp di Catanzaro una somma pari a oltre seimila euro. Dalla documentazione sequestrata e’ emerso che la truffa potrebbe essere stata perpetrata per alcuni anni.