Lampedusa, sequestrata la villa di Claudio Baglioni. L’accusa: “E’ abusiva”

Pubblicato il 31 Ottobre 2012 11:28 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2012 11:41
Claudio Baglioni (Foto Lapresse)

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) – “E’ abusiva”: sequestrata la villa di Claudio Baglioni a Lampedusa nell’ambito di un’inchiesta con novanta indagati e altri edifici e ville sequestrati. Il cantante non risulta indagato. E’ il bilancio di un’operazione antiabusivismo nell’isola siciliana.

La Guardia di finanza ha messo i sigilli anche alla villa della società Cala Creta in cui abita di Claudio Baglioni.  Secondo il Gip Davico “le attività di lottizzazione abusiva sono state accertate” ed il sequestro serve ad impedire “la commissione di altri reati, connessi al processo di speculazione edilizia attualmente in pieno svolgimento sull’intera area, trattandosi di processi speculativi e di scomposizione dei fondi ancora in atto sino ad oggi” e “dall’altro lato, di aree, terreni, opere e fabbricati oggetto delle analizzate volontarie condotte illecite e destinati a un futuro provvedimento di confisca con conseguente acquisizione di diritto e gratuitamente al patrimonio del Comune di Lampedusa”.