Lampedusa, per gli immigrati neppure un nome sulla lapide

Pubblicato il 17 ottobre 2011 16:05 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 16:05

LAMPEDUSA, 17 OTT – Per i migranti arrivati a Lampedusa senza vita, la morte è una condanna all’anonimato. Nel cimitero dell’isola siciliana, racconta il Corriere della Sera, la maggior parte dei defunti stranieri ha solo una lapide con un numero, o poco più: extracomunitario numero uno; tre cadaveri, 8 maggio 2011. Altre volte lettere: F/2000, A/2008, B/2008, C/2009.

Il sindaco Bernardino De Rubeis ha promesso di costruire un apposito spazio per gli immigrati senza nome morti cercando di raggiungere Lampedusa. “Abbiamo avuto un finanziamento di 67mila euro per la riqualificazione del cimitero, aveva detto a maggio, quindi abbiamo pensato di creare un’apposita area per i migranti anonimi che meritano una degna sepoltura”. Ma al momento nulla è stato fatto.