Lampedusa/ Respinto in Libia un gommone con 14 migranti a bordo. L’Sos era stato raccolto da un peschereccio. Racconta il comandante Nicolò Russo: “Erano stremati, gli abbiamo dato acqua e cibo”

Pubblicato il 29 Luglio 2009 20:12 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 20:24

L’equipaggio di un peschereccio di Mazara del Vallo ha raggiunto a 35 miglia a sud di Lampedusa un gommone con 14 migranti a bordo che stava alla deriva nel Canale di Sicilia: i migranti dopo essere stati soccorsi, sono stati tutti respinti in Libia. Racconta il comandante Nicolò Russo: ««Erano rimasti senza benzina ed erano stremati. Gli abbiamo dato acqua e cibo».  L’Sos l’avevano lanciato gli immigrati tramite un telefono satellitare la notte prima: «È stata la centrale operativa della Marina militare maltese a segnalarci la presenza del gommone», racconta l’equipaggio del peschereccio Florio.

Tra gli extracomunitari c’erano anche due donne ed un ragazzo: tramite una motovedetta della Guardia di Finanza, sono stati riaccompagnati in Libia da dove erano partiti. La decisione del “respingimento” è arrivata dopo alcune ore di attesa al largo della costa di Lampedusa.