L’Aquila, tangenti per la ricostruzione: il vicesindaco Roberto Riga si dimette

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2014 14:26 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2014 14:27
Roberto Riga

Roberto Riga

L’AQUILA – Appalti e presunte tangenti per la ricostruzione dell’Aquila, il vicesindaco Roberto Riga ha deciso di dimettersi.

“Mi tiro da parte come ruolo di vice sindaco e assessore perché vorrei lasciare tranquilla l’amministrazione comunale, il sindaco e la Giunta senza avere dubbi sulla propria attività”.

Riga risulta indagato nell’inchiesta della procura su tangenti e appalti nel post-terremoto. Dalle prime ore della mattina di mercoledì 8 gennaio la polizia ha eseguito diversi arresti e oltre 40 perquisizioni nella provincia dell’Aquila. La nuova inchiesta sul post terremoto, denominata ‘Do ut Des’ o ‘Eagle Affair’, fa riferimento a tangenti che coinvolgono il Comune dell’Aquila su appalti legati alla ricostruzione post-terremoto del 6 aprile 2009. Il sindaco Massimo Cialente ha commentato:

“Non ho ancora pensato alla sostituzione ma in questo momento non ci possiamo permettere di avere nemmeno un’ombra perciò è giusto che si faccia da parte per avere la possibilità di difendersi”.