Operatrice sanitaria ricoverata per trombosi dopo la prima dose del vaccino AstraZeneca a Latina

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 24 Marzo 2021 15:33 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2021 15:33
Latina trombosi vaccino AstraZeneca

Latina, operatrice sanitaria ricoverata per trombosi dopo la prima dose del vaccino AstraZeneca (foto ANSA)

Un nuovo caso di trombosi dopo il vaccino AstraZeneca a Latina. Una donna di 35 anni, vaccinatasi una settimana fa con la prima dose del vaccino anti Covid di AstraZeneca, è stata ricoverata in ospedale per una trombosi. La donna, una operatrice sanitaria, si trova in prognosi riservata al Santa Maria Goretti.

La 35enne è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina il 19 marzo, dopo qualche ora è stata trasferita al secondo piano nel reparto di Medicina d’Urgenza dove è attualmente ricoverata con una trombosi. La prognosi è riservata. L’operatrice sanitaria è cosciente, comunica con i familiari, ma le sue condizioni non permettono di stare tranquilli. E’ seguita costantemente da un’apposita equipe, presenta problemi seri ad alcuni organi: fegato e reni.

Trombosi dopo vaccino AstraZeneca, 35enne ricoverata a Latina

Prima che si manifestasse la presenza di coaguli nel sangue (trombi), la donna aveva ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca. In un primo momento aveva accusato sintomi lievi come l’emicrania, ma dopo una settimana le sue condizioni si sono aggravate ed è stata ricoverata per una trombosi cerebrale. La Asl Latina ha provveduto a segnalare all’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) il particolare evento avverso successivo alla somministrazione, come da prassi regolamentare, inviando tutta la documentazione necessaria.

Il dottor Massimo Aiuti, che dirige il reparto di Medicina d’Urgenza del Santa Maria Goretti, ha spiegato così le condizioni della paziente a Il Messaggero. “Le condizioni della paziente sono serie, si tratta di un primo caso del genere nel nostro paese, ce ne sono forse una decina in Europa”.