Cronaca Italia

Gli italiani preferiscono lavorare in patria: ultimi in Europa per mobilità

La maggioranza degli europei non ha vissuto o lavorato in un paese diverso dal proprio, ma gli italiani sono gli ultimi della lista: secondo un’indagine Eurobarometro pubblicata oggi, solo il 2%, contro il 10% degli europei, ha affermato di aver vissuto o svolto un’attività all’estero.

Al primo posto di chi ha lavorato in un paese diverso dal proprio gli abitanti del piccolo Lussemburgo (24%) seguito da irlandesi (23%) e dai danesi (20%). Sono invece in media Ue gli spagnoli e i greci, scendono all’8% i tedeschi, mentre è del 12% la percentuale dei francesi che ha lavorato all’estero.

L’83% degli italiani intervistati – anche in questo caso ultimi in Ue -, inoltre, non pensa di lavorare in un paese diverso dal proprio neppure in futuro, contro una media Ue del 73%. Il 50% degli italiani, contro un 43% di europei, sostiene che non sarebbe disposto a lasciare il proprio paese neppure se dovesse perdere il lavoro, tuttavia un 30% sarebbe disposto ad accettare di fronte a migliori condizioni di lavoro.

To Top