Lazio, mascherina obbligatoria anche all’aperto. Ordinanza Zingaretti ultima spiaggia prima del lockdown

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Ottobre 2020 11:45 | Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre 2020 14:12
Lazio, mascherina obbligatoria all'aperto

Lazio, mascherina obbligatoria all’aperto, ordinanza di Zingaretti (Ansa)

Come si poteva prevedere dall’impennata dei contagi delle ultime settimane, il Lazio si avvia a introdurre l’obbligo di mascherina anche all’aperto.

Una stretta inevitabile. Nel Lazio la mascherina obbligatoria sempre è anche il segno di una certa rilassatezza nel mantenere il necessario distanziamento sociale.

I numeri  raccontano la recrudescenza dei contagi a fronte di una sensibilità affievolita sui rischi di un ritorno disinvolto a una illusoria a normalità pre-Covid.

“Nessuna chiusura anticipata per ora per supermercati, negozi, bar e ristoranti nel Lazio”, ha detto Zingaretti. Sembra di capire che quel “per ora” pende sulla popolazione come una minaccia. O si cambia o si torna alla clausura domiciliare.

Lazio, mascherina obbligatoria anche all’aperto dal week-end

“Il presidente della Regione si accinge a firmare un’ordinanza molto importante. La prima decisione assunta è l’obbligatorietà dell’uso della mascherina anche all’aperto con due esclusioni.

Ai minori sotto i sei anni e a chi ha incompatibilità con uso mascherine e l’altra a chi svolge attività motoria”. Cosi l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato in una conferenza stampa allo Spallanzani.

La misura mira a contenere i contagi, in rialzo nella regione negli ultimi giorni, e riguarderebbe in particolare tutte quelle situazioni in cui il distanziamento sociale non è possibile.

L’introduzione dell’obbligo di mascherina dovrebbe arrivare prima del week end andando così a contenere anche possibili contagi nelle zone della movida dove si creano con facilità assembramenti davanti ai locali e in alcune aree di Roma e di altri centri delle province.

Zingaretti: “Comprati un milione di test salivari”

“E’ una novità molto rilevante. Abbiamo acquistato un milione test salivari che, essendo meno invasivi, consentono di iniziare la prossima settimana dalle scuole con bambini più piccoli mentre alle superiori continuano i tamponi rapidi.

Attiviamo progetto pilota di testing nelle scuole. Inizieremo da martedì in due istituti comprensivi”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicol Zingaretti in una conferenza stampa allo Spallanzani. (fonte Ansa e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)