Lazio, nuova ordinanza: negozi e supermercati chiuderanno alle 21

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2020 20:16 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2020 20:16
lazio nuova ordinanza supermercati

Lazio, nuova ordinanza: negozi e supermercati chiuderanno alle 21 (foto ANSA)

Arriva una nuova ordinanza con ulteriori restrizioni nel Lazio. Negozi e supermercati chiuderanno alle 21.

Nel Lazio negozi e supermercati aperti fino alle 21. E’ la nuova ordinanza contenente ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza Covid firmata dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Si tratta di un provvedimento che va a completare quello emanato la scorsa settimana sulla chiusura delle grandi strutture di vendita nei weekend e nei giorni festivi”, spiega la Regione Lazio.

Nello specifico la nuova ordinanza prevede “l’apertura  di alcune attività commerciali all’ingrosso, debitamente indicate. Restano aperti anche autosaloni e aziende florovivaistiche. Nessuna attività commerciale al dettaglio o all’ingrosso, compresi i supermercati, potrà nei giorni feriali, prefestivi e festivi proseguire la vendita oltre le ore 21.00, così da consentire al personale, dopo la riduzione degli orari dei mezzi pubblici, il rientro a casa entro le 22. Sono escluse le farmacie in quanto servizio pubblico. Bar e ristoranti in quanto pubblici esercizi potranno effettuare attività di vendita con asporto fino alle 22 come previsto dal Dpcm nazionale”. 

Indice Rt a 0,82 nel Lazio, Zingaretti: “Avanti così”

Il Lazio ha un indice Rt a 0,82. “Il rigore e lo sforzo che abbiamo messo tutti nell’introdurre e rispettare le regole di contenimento sta dando dei risultati” dice Zingaretti. “Le regole che ci siamo dati funzionano grazie allo sforzo della nostra comunità che voglio ringraziare per l’impegno di queste settimane, in particolare di nuovo a tutto il personale della sanità. In tutto il mondo il contagio divampa nelle grandi metropoli”.

“Aver raggiunto insieme questi risultati nella Regione di Roma, la più grande metropoli italiana, è importante. Il livello di contagio rimane alto ma il miglioramento c’è. Questo è positivo per la sicurezza delle persone e per la nostra economia. Ora non molliamo. Bisogna continuare ad abbassare la curva, deve diminuire il contagio, i ricoveri e i decessi. Continuiamo a combattere perché questo è il modo di uscire da questa fase, salvare vite umane e tornare a vivere. Il nemico è il virus non le regole e i comportamenti individuali per fermarlo”. (fonte AGI