Lazio verso la zona arancione, spostamenti e coprifuoco: cosa si potrà fare e cosa no

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Gennaio 2021 14:28 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2021 14:28
Lazio verso la zona arancione, spostamenti e coprifuoco: cosa si potrà fare e cosa no

Lazio verso la zona arancione, spostamenti e coprifuoco: cosa si potrà fare e cosa no (foto Ansa)

Il Lazio va verso la zona arancione. Domani, venerdì 15 gennaio, come ogni venerdì il ministero della Salute in collaborazione col Cts in base ai dati regionali aggiornerà la mappa a fasce dell’Italia. E il Lazio, per la prima volta dall’entrata in vigore delle tre fasce, potrebbe diventare anzi quasi sicuramente diventerà arancione.

D’altronde da Natale tutti i dati del Lazio sono peggiorati e lo stesso assessore alla Sanità della Regione, Alessio d’Amato, intervistato dal Messaggero, aveva parlato nei giorni scorsi di zona arancione sempre più vicina:

“Il Lazio è l’unica delle grandi regioni ad essere rimasta sempre gialla. E’ un buon risultato, ma vorrei che fosse chiaro che non è un liberi tutti, visto che oggi siamo gialli, ma la prossima volta potremmo già essere arancioni”.

Secondo l’assessore, “la curva dei contagi ha una direzione verso l’alto, ma può essere ancora gestita. Dipende molto dal rigore dei comportamenti. C’è sempre da considerare il difficile equilibrio tra le garanzie della salute e tutto ciò che comportano in termini economici e sociali nuove chiusure”.

Coronavirus Lazio, il bollettino del 13 gennaio

Nel Lazio su oltre 13 mila tamponi (+475) si registrano 1.612 casi positivi (+231), 41 decessi (-1). E’ stata superata quota 100 mila guariti (+1.935). Diminuiscono i decessi e le terapie intensive, mentre aumentano i casi e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 5%. I casi a Roma città tornano a quota 700.

Zona arancione, cosa si può fare e cosa no

In zona arancione gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione. Dalle 22 alle 5 di mattina è sempre in vigore il coprifuoco. E’ vietato uscire dal proprio comune di residenza. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno a parte per l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Aperti anche i supermercati ma restano chiusi i centri commerciali.

Per chi abita in un centro con meno di 5.000 abitanti, è consentito spostarsi in un raggio di 30 chilometri ma non verso un capoluogo. Vietato spostarsi dalla propria regione o dal proprio Comune. Come sempre però, ci si può spostare per tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione ma anche per raggiungere il partner convivente nella casa di comune abitazione se questa si trova in un comune diverso da quello di residenza. E sempre è consentito spostarsi per lavoro o motivi di salute e necessità.

Zona gialla, zona arancione, zona rossa: cosa si può fare, le Faq del governo

Sul sito del governo sono sempre presenti le Faq che spiegano cosa si può fare in zona gialla, zona arancione e zona rossa. Allo stesso link ci sono anche le disposizioni e gli aggiornamenti con gli ultimi decreti.