"Le province italiane costano meno che in Europa"

Pubblicato il 30 Maggio 2012 15:25 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2012 16:00

FIRENZE – Le Province italiane risultano essere quelle con minore incidenza sulla spesa pubblica nazionale in Europa: lo afferma una ricerca realizzata dalla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Firenze, curata dal Carlo Baccetti e Annick Magnier, presentata oggi a Firenze in un convegno promosso dall'Unione delle Province Italiane. L'incidenza e' dell'1,7% in Italia, contro il 5,4% della Francia e il 4,2% della Germania.

Secondo lo studio, in tutti gli stati partner dell'Italia in Europa il sistema istituzionale e' costruito su tre livelli di governo (Regioni, Province e Comuni), dove il livello intermedio gode di protezione Costituzionale. In Francia, Germania, Belgio, Polonia e Regno Unito, come in Italia, gli organi di Governo sono eletti direttamente dal popolo. In tutte le Province europee, si legge, esiste un blocco di funzioni caratteristiche dell'ente di funzione di area vasta che si concentra su ambiente, sviluppo economico, trasporti, scuola. Gli enti di governo intermedio in Europa hanno autonomia fiscale.