Lecce / Arrestato Massimo Murciano, di 46 anni. Coltivava piante di marijuana da 2 metri nel giardino di casa. Il prodotto finito sarebbe stato di 2,5 Kg

Pubblicato il 4 Luglio 2009 10:00 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2009 10:00

I carabinieri della tenenza di Copertino (Lecce) hanno arrestato Massimo Murciano, di 46 anni, accusato di aver coltivato in casa delle piante di marijuana per alimentare un business d’oro.

Quando, nella notte tra giovedì e venerdì, si sono presentati nell’abitazione di Murciano (dopo mesi di accertamenti e pedinamenti), i carabinieri hanno trovato sei piante di marijuana alte fino a due metri cresciute nel giardino sul retro, e poi ancora semi e foglie già essiccate e pronte per l’uso. Gli investigatori hanno calcolato che il prodotto finito e pronto per la “vendita” sarebbe stato di circa 2,5 kg. 

L’uomo è stato accompagnato dai carabinieri nella caserma della compagnia di Gallipoli, per le formalità di rito, e poi nella casa circondariale di Borgo San Nicola, a Lecce. L’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.