Lecce/ Gli sparano alle gambe, una moneta che aveva in tasca gli salva l’arteria femorale. Luca Capocefalo è stato gambizzato a Taurisano

Pubblicato il 19 agosto 2009 21:20 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2009 21:26

Un 35enne di Cerignola, Luca Capocefalo, già noto a polizia e carabinieri, è rimasto ferito alla coscia destra, oggi attorno alle ore 13 davanti ad un forno di Taurisano (nel leccese), da un colpo d’arma da fuoco. L’uomo si è presentato in ospedale a Tricase (Lecce), dove è stato soccorso.

A quanto si sa, non avrebbe detto chi e perché lo ha ferito. In ospedale gli è stato estratto il proiettile. Pare che a far sì che non ci fossero gravi conseguenze sia stata una delle monete che aveva in tasca, e che ha attutito il colpo, evitando che il proiettile potesse eventualmente raggiungere l’arteria femorale. Dopo l’estrazione del proiettile, l’uomo ha firmato e si è fatto dimettere.

I carabinieri lo hanno comunque trattenuto in caserma per accertamenti. Stando alle prime indagini, pare che Capocefalo sia partito da Cerignola oggi stesso per raggiungere Taurisano.
Ma secondo un’altra versione, sarebbe residente a Taurisano da qualche tempo, dove farebbe l’autista di un altro cerignolese, come lui gia’ noto alle forze dell’ordine.