Lecce. Musicista coltivava in casa cinque pianta di Cannabis nana

di Roberta Casa*
Pubblicato il 14 Aprile 2010 - 16:35 OLTRE 6 MESI FA

Coltivava piantine di canapa indiana nana. Un musicista venticinquenne di Lecce, M.F., membro di un noto gruppo salentino, ne aveva cinque in veranda. Insospettabile, il ragazzo viveva da solo nell’abitazione, dove componeva musica. E riusciva a nascondere le piante molto bene, dato che questo particolare tipo di cannabis raggiunge un’altezza massima di venti centimetri. Inoltre le piantine crescono in soli quaranta giorni, in ogni periodo dell’anno e sono costituite da infiorescenze dove è contenuto il “thc”, il principio attivo stupefacente.

Infiorescenza di una pianta di cannabis

I carabinieri hanno sequestrato le piantine, più dieci grammi di marijuana già essiccata e pronta all’uso, nascosta in un deumidificatore custodito nell’armadio della stanza da letto. E a guardia delle coltivazioni, i militari hanno trovato un cane di razza pit-bull, che ha creato qualche problema al momento della perquisizione ed è stato successivamente affidato alla madre del musicista. Anche un altro ragazzo, arrivato mentre i militari continuavano il sequestro, è stato trovato in possesso di un grammo di sostanza stupefacente, ed è stato segnalato alla Prefettura.

Il giovane musicista è stato denunciato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Intanto qualche campione delle piantine sequestrate è stato inviato ai laboratori dei Ris, per studiarne composizione e provenienza. Probabilmente si tratta di un incrocio di questo tipo di canapa con le proprietà di una potente pianta stupefacente messicana. Ora i militari vogliono capire se si tratta di un caso isolato o di un tipo di coltivazione che, se prendesse piede tra i giovani, potrebbe essere attuata su vasta scala nel mercato locale dello smercio di droghe leggere.

*Scuola di Giornalismo Luiss