Lecce, ultras assaltano un taxi con alcuni tifosi romanisti: un arresto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Settembre 2019 14:24 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2019 14:24
Una volante della polizia, Ansa

Una volante della polizia (foto Ansa)

ROMA – Alcuni ultras del Lecce hanno assaltato un taxi con a bordo sei tifosi romanisti.

Gli agenti della Digos di Lecce hanno arrestato un leccese di 21 anni, accusato di aver assaltato ieri pomeriggio, domenica 29 settembre, assieme ad altri teppisti salentini non ancora identificati, un taxi che aveva a bordo sei tifosi romanisti, diretti al Via del Mare per assistere alla partita Lecce-Roma.

L’agguato si è verificato su viale della Libertà, all’altezza della rotatoria dove si trova l’area carburanti Q8Easy, che smista verso viale Roma, la marina di San Cataldo e via Carlo Leo. Uno snodo a poche centinaia di metri dallo stadio.

Secondo la ricostruzione fornita dagli investigatori, un gruppo di circa 100 tifosi pugliesi, col volto coperto con sciarpe e magliette, ha assaltato con bastoni, pietre e bottiglie il mezzo che per fortuna è riuscito a sfuggire all’agguato facendosi largo tra la gente in strada.

Per fortuna nessuno dei tifosi all’interno è rimasto ferito, il taxi invece è stato danneggiato. Il gruppo degli ultras del Lecce, all’arrivo delle forze di polizia, è riuscito a fuggire, ad eccezione del 21enne che è stato preso dagli uomini della Digos mentre brandiva ancora una bottiglia.

Fonte: Ansa.