Lecco, rapinano la villa e chiudono in bagno le figlie del proprietario

Pubblicato il 7 Aprile 2013 12:59 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2013 12:59
Polizia

Polizia

LECCO – Rapina in villa la notte tra il 5 e il 6 aprile a Costa Masnaga, in provincia di Lecco, dove un commando di malviventi ha fatto irruzione minacciando con un cacciavite le due figlie dell’imprenditore Puricelli costringendole a consegnare le chiavi della cassaforte.

L’assalto è scattato attorno alla mezzanotte e in quel momento le due ragazze (24 e 28 anni) erano sole in casa. Secondo quanto ricostruito, ad agire sarebbero stati tre uomini che non riuscendo ad ottenere quanto chiesto si sono ‘accontentati’ di qualche monile in oro fuggendo dopo aver chiuso le due sorelle in bagno. Qui sono rimaste intrappolate fino alle 7,30 del mattino quando finalmente le loro urla dalla finestra sono state udite da passanti che hanno lanciato l’allarme.

Stando al racconto delle due giovani, i fuorilegge avrebbero atteso il rientro a casa di una di loro agendo non appena disinserito il sistema di antifurto per entrare. La villa presa di mira dai rapinatori si trova accanto all’azienda di famiglia lungo la Statale 36. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo di Lecco, quelli della stazione di Costa Masnaga e della Compagnia di Merate.