Lecco. Troppi debiti, tenta il suicidio: figlia di 15 anni lo salva

Pubblicato il 7 Maggio 2012 10:18 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2012 13:07

LECCO – Franco Di Marco, imprenditore di 44 anni di Calolziocorte (Lecco), al culmine della disperazione per i debiti e per le cartelle esattoriali, ha tentato di impiccarsi in giardino. A salvarlo e’ stata la figlia, di 15 anni, che ha visto il padre nel momento in cui si stava per impiccare e lo ha tenuto sollevato fino all’arrivo della madre. L’uomo  e’ ricoverato all’ospedale di Lecco, dove e’ giunto in condizioni gravi ma non critiche e le sue condizioni sono in miglioramento. I medici dell’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco non temono infatti per la sua vita.

Secondo quanto riferito dai carabinieri, che hanno svolto alcuni accertamenti sulla vicenda, a far scattare in lui il gesto estremo sarebbe stata una cartella esattoriale di Equitalia, giunta di recente, per un importo di quasi 100.000 euro. Si tratterebbe di debiti pregressi maturati nel tempo quando l’uomo gestiva una pizzeria nella cittadina. Attualmente Di Marco lavorava come trasportatore, ma col suo stipendio e quello della moglie non era in grado di far fronte al ripianamento delle vecchie insolvenze.