Lei macrobiotica, lui carnivoro. Giudice: al figlio carne una volta a settimana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Maggio 2015 13:13 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2015 13:18
Lei macrobiotica, lui carnivoro: il figlio mangi carne una volta a settimana

Lei macrobiotica, lui carnivoro: il figlio mangi carne una volta a settimana

ROMA – Lei macrobiotica, lui carnivoro convinto, separati. E il figlio? Deve mangiare carne almeno una volta a settimana, per decisione del giudice. La storia viene da Bergamo, dove una mamma e un papà separati non riuscivano a trovare un accordo sull’alimentazione del figlio. Ma questa vicenda riguarda, potenzialmente, tantissime coppie di genitori.

Che cosa far mangiare al figlio se lei (o lui) per scelte etiche e salutistiche evita carne e latticini e invece l’altro mangia polli e bistecche? E laddove non si trova un compromesso, perlomeno in nome del buonsenso, ecco che interviene il giudice. E non per stabilire quale sia la dieta più sana delle due ma per ribadire un principio: le scelte di vita che riguardano il figlio devono coinvolgere entrambi i genitori.

Era stato infatti il papà di questo bambino oggi 12enne a rivolgersi al tribunale in mancanza di un accordo con la ex moglie. Lei, vegetariana e macrobiotica dal 2006, non cucinava mai carne e latticini per il bambino.

Il papà, per rimediare a suo modo, nel week end rimpinzava il ragazzino di bistecche e formaggi. Senza contare le polente con formaggi e salsiccia che spesso preparava la nonna paterna. Alla fine il giudice ha così stabilito: la mamma è tenuta a cucinare carne al figlio almeno una volta a settimana, il papà in compenso non dovrà proporla più di due volte nel fine settimana.