Lele Mora scarcerato. Il giudice: “E’ depresso”

Pubblicato il 1 agosto 2012 13:26 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 13:58
Lele Mora

Lele Mora (Foto LaPresse)

MILANO – Lele Mora lascia il carcere. Il giudice di sorveglianza di Opera ha accolto una richiesta della difesa che si appellava alla “legge Simeone” sulle misure alternative alla detenzione.

Il giudice di sorveglianza di Milano Roberta Cossia ha condiviso una consulenza medica secondo cui il talent scout sarebbe in una grave situazione di stress psicofisico. Per questo il magistrato ha rimesso in libertà Mora, che, da quando è entrato a Opera, è dimagrito di 50 chili.

L’agente dei vip era stato arrestato il 20 giugno dell’anno scorso per bancarotta. Ha patteggiato una condanna a 4 anni e 3 mesi.

L’11 aprile 2011 il tribunale fallimentare di Milano aveva dichiarato il fallimento personale dell’agente dei Vip nonché di una delle società di cui è stato definito ‘il dominus’ e cioè la immobiliare Diana.

Sec0ndo l’accusa Mora avrebbe distratto oltre otto miliardi di euro dalle casse  della LManagement, anche questa società fallita.