Lelio Baschetti mummificato in casa da 7 anni. Sorella erede, non lo vedeva da 10

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 marzo 2018 8:12 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2018 9:34
La sorella di Lelio Baschetti erediterà tutto

La casa in cui è stato trovato senza vita Lelio Baschetti

VENEZIA – Non sapeva nemmeno che il fratello fosse morto sette anni fa.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Da dieci anni, dopo un litigio, non ne aveva più notizie. Ma adesso potrebbe ritrovarsi ad ereditarne casa e soldi. E’ l’ultimo sviluppo della vicenda di Lelio Baschetti, l’ex professore di liceo trovato mummificato in casa sette anni dopo la morte, senza che nessuno ne avesse mai denunciato la scomparsa.

Baschetti è stato trovato lo scorso 20 marzo mummificato nella sua casa in centro a Venezia, dove nessuno l’aveva più cercato dal 2011, e ora l’unica parente in vita, una sorella che non lo vedeva da 10 anni, potrebbe ereditare quell’abitazione e i risparmi del fratello che aveva dimenticato.

A far ritrovare il corpo, la segnalazione di un vicino di casa. In tutti questi anni nessuno aveva mai denunciato la scomparsa di Baschetti. E sul caso adesso stanno svolgendo accertamenti i carabinieri.

La morte dell’uomo, sul cui corpo non sono stati trovati segni di violenza, sarebbe avvenuta per cause naturali, sette anni fa. La salma, mummificata, è stata rinvenuta stesa su una brandina, in una casa immersa nella sporcizia e nel degrado.

La data del decesso è stata stabilita in base all’ultimo prelievo bancomat, e di alcune bollette scoperte nella casa. L’anziana sorella, che vive al Lido, avrebbe dichiarato agli investigatori che non aveva notizie del fratello da 10 anni. Tra i due vi sarebbero stati dei dissidi e lei, da allora, non l’aveva più cercato.

Nel frattempo l’Inps, anche dopo la cancellazione del professore dall’anagrafe comunale, avrebbe continuato a pagare la pensione (in totale circa 80mila euro) che ora potrebbero essere posti sotto sequestro.