Leonardo, 4 francobolli emessi nel 5 centenario della scomparsa. L’annullo nelle Poste degli Uffizi

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 maggio 2019 1:10 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2019 10:50
Leonardo, 4 francobolli emessi nel 5 centenario della scomparsa. L'annullo nelle Poste degli Uffizi

Leonardo, 4 francobolli emessi nel 5 centenario della scomparsa. L’annullo nelle Poste degli Uffizi

FIRENZE – Quattro francobolli commemorativi di Leonardo da Vinci, nel quinto centenario della sua scomparsa che ricorre oggi 2 maggio. La serie speciale è stata emessa dal Ministero dello Sviluppo economico per celebrare il genio del Rinascimento. I francobolli, del valore di 1,20 euro, hanno una tiratura di trecentomila esemplari di fogli, pari a 1.200.000 unità e sono stampati dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato su bozzetti a cura del Centro Filatelico della Direzione Officina Carte Valori e Produzioni Tradizionali dell’Istituto.

“Sono molto lieto di ospitare la presentazione dei francobolli e dell’annullo speciale primo giorno di emissione in dotazione all’ufficio postale interno alla Galleria in onore di Leonardo Da Vinci”, ha detto Eike Schmidt, direttore degli Uffizi, in occasione dell’evento. Insieme a Schmidt, anche Enrico Menegazzo, responsabile commerciale per Poste italiane, e l’esperto di filatelia Fabrizio Fabrini. I tre hanno sottolineato il valore di questa iniziativa, definendola “un’operazione di diffusione della cultura e delle arti”.

Uno dei quattro francobolli riproduce l’Adorazione dei Magi, capolavoro leonardiano conservato proprio agli Uffizi. E la vignetta del bollo impiegato per l’annullo reca anch’essa un particolare stilizzato del celebre dipinto. Fabrini ha fornito una panoramica generale su Leonardo e la filatelia spiegando che “in Italia le prime emissioni sono avvenute nel 1932, mentre Città del Vaticano nel 1956 ha emesso tre francobolli con l’immagine dell’angelo dell’Annunciazione. Sorprende, a mio avviso, l’enorme numero di francobolli e foglietti filatelici emessi da quasi tutti i Paesi africani e dai Paesi arabi, mentre la Gran Bretagna solo nel 1991 ha stampato un francobollo che riproduce il sorriso della Gioconda”.

Tre dei quattro francobolli sono disposti su due file e inseriti in un foglio fustellato; il quarto, raffigurante il disegno dell’occhio, anch’esso fustellato, è dislocato in alto sinistra. Sullo sfondo del foglio è riprodotta una pagina del “Codice Arundel”, Briitish Library di Londra. Completa il foglio la leggenda “LEONARDO DA VINCI 1452-1519”.

I quattro francobolli, racchiusi all’interno di un foglio, riproducono altrettante opere dell’artista. Da sinistra a destra partendo dall’alto: Particolare di Studi di proporzioni del volto e dell’occhio, Musei Reali – Biblioteca Reale di Torino; Adorazione dei Magi, Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi; Ritratto di Musico, Pinacoteca Ambrosiana; Testa di fanciulla detta “La Scapiliata” Galleria Nazionale di Parma. L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’Ufficio postale Roma 47 e presso l’ufficio postale Galleria degli Uffizi (Firenze).

I francobolli ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. E’ stato realizzato anche un folder in formato A4 verticale a tre ante contenente il foglio, una busta primo giorno di emissione e un dittico di monete dell’IPZS, al costo di 40 euro. (Fonte: Poste Italiane)