Lezzeno (Como), bimba in barca con il nonno cade nel vano motore e muore

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 aprile 2018 11:40 | Ultimo aggiornamento: 3 aprile 2018 11:40
Una bimba è scivolata mentre era in barca con il nonno ed è morta

(Foto d’archivio)

LEZZENO (COMO) – Tragico incidente a Pasquetta a Lezzeno, in provincia di Como. Una bimba di 5 anni era in barca con il nonno quando è caduta con la testa nella botola del vano motore, ferendosi mortalmente.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

L’incidente fatale è avvenuto in località Calvasino, all’interno dei cantieri Matteri, azienda storica che da oltre 150 anni realizza e restaura imbarcazioni in legno. La piccola Maddalena Dominioni, cresciuta tra le imbarcazioni costruite da generazioni dalla sua famiglia, era seduta vicino al nonno, Erio Matteri, intendo ad ormeggiare un’imbarcazione a pochi metri dalla riva.

E’ bastato un piccolo spostamento, però, perché la bimba scivolasse, finendo con la testa nella botola del motore e riportando ferite gravissime al volto e alla testa.

I soccorsi, riferisce Il Corriere della Sera, sono stati rapidi: subito è intervenuto un medico che si trovava in zona, poi è arrivata l’ambulanza da Bellagio e quindi l’elisoccorso, che ha trasportato Maddalena all’ospedale pediatrico di Brescia. Ma tutti i tentativi di salvare la bambina si sono rivelati inutili.

Ai cantieri sono arrivati i carabinieri della stazione di Bellagio. Hanno raccolto le testimonianze dei presenti per ricostruire la dinamica dell’incidente e la barca è stata posta sotto sequestro.

Spiega Il Corriere della Sera:

La notizia ha commosso l’intero paese. A Lezzeno la famiglia Matteri è molto conosciuta, il cantiere è stato fondato nel 1865 e oggi è gestito da Erio con la figlia. Vi lavorano alcuni operai. La piccola Maddalena viveva con i genitori e la sorellina minore a Como, dove frequentava la scuola, ma in quell’angolo di lago trascorreva spesso le giornate e in estate era sempre in paese, al cantiere gestito da quattro generazioni dalla sua famiglia.