Torna libero Vincenzo Guagliardo, uno degli assassini di Guido Rossa

Pubblicato il 26 Aprile 2011 21:42 | Ultimo aggiornamento: 26 Aprile 2011 21:42

ROMA – A 32 anni dall’uccisione di Guido Rossa, torna libero uno dei suoi assassini: Vincenzo Guagliardo. Da oggi Guagliardo è tornato in libertà condizionale insieme alla moglie Nadia Ponti (condannata all’ergastolo nel processo per il sequestro e l’omicidio di Aldo Moro). E’ quanto racconta il sito online del settimanale Oggi.

Guido Rossa era un operaio e un sindacalista della Cgil, ucciso a Genova il 24 gennaio del 1979 per aver denunciato e fatto condannare un suo compagno di lavoro all’Italsider, Francesco Berardi, che aveva lasciato volantini Br in fabbrica. A uccidere Rossa furono Vincenzo Guagliardo, Riccardo Dura e Lorenzo Carpi. Ora, a 32 anni di distanza dall’omicidio, uno dei suoi sicari torna in libertà. D’altronde alla concessione della libertà condizionale per Guagliardo si era dichiarata favorevole, nell’ottobre 2005, Sabina Rossa, la figlia dell’operaio assassinato e oggi parlamentare del Pd.