Licenziato da punto Snai lo rapina, scoperto tenta suicidio

Pubblicato il 24 Aprile 2012 13:24 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2012 13:52

MILANO – Licenziato da un punto Snai ha deciso di vendicarsi rapinandolo. Quando gli agenti della Questura si sono presentati per arrestarlo si e' buttato dal balcone di casa ed ora e' in coma farmacologico all'ospedale Niguarda di Milano.

Sebastiano S., 33 anni, originario di Siracusa, si e' lanciato dal balcone della sua casa in via Tadino, nel centro del capoluogo lombardo, attorno alle 23, appena ha visto le divise della polizia. Circa due ore prima aveva tentato di rapinare un punto Snai dal quale era stato licenziato tempo fa. Nonostante il volto coperto da una sciarpa, e' stato riconosciuto e quando gli agenti sono andati ad arrestarlo si e' buttato. Sono stati trovati due biglietti in cui chiedeva scusa ai familiari per il gesto.

''La depressione mi ha ucciso, chiedo scusa alla mia famiglia'', ha scritto su uno dei biglietti, mentre sull'altro era scritto: ''Sono sommerso dai debiti, ho perso il lavoro''. L'uomo tre anni fa aveva gia' tentato il suicidio lanciandosi sotto la metropolitana.