Liguria, 10 ore da Levante a Ponente: 310 km tra buche, cantieri, deviazioni, frane

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 10 Gennaio 2020 11:19 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2020 11:19

Liguria, 10 ore da Levante a Ponente: 310 km tra buche, cantieri, deviazioni, frane (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Quanto tempo ci vuole per fare 310 km? In autostrada, a occhio, meno di 3 ore o giù di lì. Con una statale tra le 3 e le 4 ore (traffico permettendo). Invece per attraversare la Liguria, allo stato attuale, ci vogliono 10 ore. Circa il triplo del tempo. 310 chilometri tra buche, frane, strade chiuse, deviazioni e cantieri. E traffico che diventa naturalmente micidiale. Media del viaggio: 30 km orari.

Eppure in Liguria ci sono autostrade (A10, A12, A26, A6), c’è la statale 1 (la mitica Aurelia). Ma negli ultimi tempi pensare di attraversarla tutta (da Luni, confine con la Toscana, a Ventimiglia, con la Francia,) è diventata una impresa degna di Ulisse. Forse neanche una moderna Penelope avrebbe voglia di aspettare a casa il suo rientro. 10 ore per attraversare la Liguria da Levante a Ponente.

Va fatta una precisazione: il viaggio, narrato con dovizia di particolari da Marco Menduni su La Stampa, è stato fatto solo su strade senza pedaggio (quindi autostrade escluse). Ma la scelta probabilmente è dettata dal fatto che le autostrade in Liguria hanno quasi tutte problemi, interruzioni, tratti chiusi (e infatti le autorità locali, governatore Toti in testa, hanno chiesto di cancellare i pedaggi sul territorio regionale). Il crollo del Ponte Morandi è stato solo la punta più dolorosa di una maledizione che sembra aver colpito la viabilità ligure.

Come dimenticare il crollo del viadotto sulla A6 di pochi mesi fa? O le numerose chiusure per frane, allagamenti e tutti gli altri disagi derivati dal maltempo che ha flagellato con violenza la regione negli ultimi mesi? Ecco perché anche una statale tradizionalmente a scorrimento veloce come l’Aurelia è diventata peggio del Grande Raccordo Anulare all’ora di punta.

Liguria: le ultime chiusure autostradali.

Ancora disagi per gli automobilisti sulle autostrade liguri per le chiusure di tratti per consentire interventi di manutenzione sulle barriere antirumore, finite in una inchiesta della magistratura per questioni di sicurezza della viabilità. Sulla A12 Genova-Sestri Levante, annuncia in una nota Autostrade, resterà chiuso il tratto compreso tra Rapallo e Chiavari, verso Sestri Levante, nelle due notti consecutive di giovedì 9 e venerdì 10, con orario 23:00-5:00. Dopo l’uscita obbligatoria alla stazione di Rapallo si potrà percorrere l’Aurelia con rientro sulla A12 alla stazione di Chiavari.

Sull’Aurelia, a causa di una frana, in un breve tratto si circola però a senso unico alternato e, nell’attraversamento del centro abitato di Rapallo, c’è un limite massimo di altezza di 4 metri e non ci sono strade alternative ricorda Autostrade.

Nelle stesse due notti, annuncia ancora la nota, sarà chiuso il tratto compreso tra Sestri Levante e Lavagna, verso Genova, con orario 22:00-6:00. In alternativa, dopo l’uscita obbligatoria alla stazione di Sestri Levante, si potrà percorrere la SS1 Aurelia con rientro sulla A12, alla stazione autostradale di Lavagna, per proseguire in direzione di Genova.

Nelle ultime settimane sono state frequenti le chiusure di tratti autostradali sulla A12 per interventi sulle barriere antirumore che in parte vengono smantellate.

Successivamente, Autostrade ha annunciato una terza chiusura di un tratto, la sera del 9 gennaio, sulla A26 Genova Voltri-Gravellona Toce. Per consentire interventi di manutenzione delle barriere antirumore, previste in orario notturno, a ridotta circolazione di veicoli, dalle 23:00 di giovedì 9 alle 5:00 di venerdì 10 gennaio, sarà chiuso, per chi proviene da Gravellona Toce, l’allacciamento con la A10 Genova-Savona, verso Genova scrive la società in una nota.

L’alternativa obbliga a un giro lungo. “Chi è diretto verso Genova, verrà deviato obbligatoriamente sulla A10 Genova-Savona, verso Savona e potrà uscire alla stazione di Arenzano, per poi rientrare dalla stessa e proseguire sulla A10, verso Genova” dice Aspi. (Fonti La Stampa e Ansa).