Lilia Fredella, la poliziotta che incastrò Massimo Bossetti, nuovo questore di Belluno

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Luglio 2019 13:35 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2019 13:35
Lilia Fredella, la poliziotta che incastrò Massimo Bossetti, nuovo questore di Belluno

Lilia Fredella

BELLUNO – Cambio al vertice della Questura di Belluno. Dal 2 settembre prossimo il questore Lucio Aprile in partenza per Forlì lascia il posto alla prima donna in questa posizione. E non si tratta di una donna qualsiasi, ma della poliziotta bellunese Lilia Fredella, colei che ha contribuito all’arresto di Massimo Bossetti, accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio. 

Fredella, 54 anni, lavora in polizia da quasi 30 anni. Torna finalmente nella sua Belluno dopo un incarico come dirigente del Gabinetto regionale della polizia scientifica della Lombardia.

“Mia mamma mi prende in giro perché rivendico la mia bellunesità pur essendo spesso in giro per il mondo e pur riuscendo a tornare a casa solo 4-5 volte all’anno. Ma non immaginate quanto mi mancano le mie montagne!”, aveva detto alcune settimane fa Fredella alla stampa. E adesso la sorte sembra averla accontentata. (Fonte: Il Gazzettino)