Pesaro: litiga con un automobilsta, lo insegue con un machete

Pubblicato il 3 novembre 2012 11:01 | Ultimo aggiornamento: 3 novembre 2012 11:02

Machete

PESARO – E’ sceso dalla sua auto e ha inseguito un altro automobilista con cui aveva appena discusso brandendo un machete e una chiave inglese. Lo ha rincorso per centinaia di metri minacciandolo di morte e quindi ha provato a forzare la porta della gioielleria dove il malcapitato inseguito si era rifugiato. Tutto per un litigio scoppiato per motivi di viabilità.

Il fatto si è verificato a Pergola, in provincia di Pesaro dove i carabinieri hanno arrestato per tentato omicidio, sequestro di persona, violenza privata, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e porto illegale di armi o oggetti atti a offendere un  pregiudicato di origini siciliane, A.P, di 46 anni.

La vittima dell’aggressione, un uomo di 30 anni, per sfuggire alla furia dell’altro, si è messo a correre per alcune centinaia di metri, inseguito dall’ aggressore che continuava a minacciarlo di morte. Alla fine l’inseguito, per salvarsi, è stato costretto a rifugiarsi in un’oreficeria. Neppure in quel momento l’aggressore si è arreso: ha più volte tentato di forzare la porta a vetro blindata del negozio per entrare. A quel punto sono arrivati carabinieri, che hanno dovuto affrontare il pregiudicato riuscendo a disarmarlo e a immobilizzarlo. L’uomo è stato quindi arrestato e si trova ora nel carcere di Pesaro. 

5 x 1000