Litiga col fratello e lo investe: arrestato nomade

Pubblicato il 18 Agosto 2011 18:54 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2011 18:54

MILANO, 18 AGO – Un nomade che abita nel campo non autorizzato di via Bonfadini a Milano e' stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio per avere investito in auto il fratello che ora e' ricoverato in gravi condizioni al San Raffaele.

L'investitore, che ha 30 anni, secondo la ricostruzione della polizia locale, giunto sotto la casa del fratello a bordo della sua auto ha iniziato ad inveire e minacciare la moglie del fratello che e' sceso in strada e ha colpito con un corpo contendente la portiera della Fiat Panda.

Il nomade ha fatto un'inversione di marcia e ha puntato la macchina contro il fratello che ha cercato di mettersi in salvo sul marciapiede. La fuga non e' servita perche' e' stato colpito in pieno. Trasportato al San Raffaele, e' stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Ora versa in gravissime condizioni, e' in prognosi riservata e coma farmacologico.

In poche settimane e' la terza volta, nel milanese, che un automobilista al culmine di una lite investe un pedone. A luglio un pensionato ha ucciso un motociclista dopo un diverbio, mentre alcuni giorni fa un automobilista ha tentato di uccidere una persona dopo un sorpasso azzardato, investendola.