Cronaca Italia

Livigno, Domenico Sassu esce senza giacca a -20° e muore

Livigno, Domenico Sassu esce senza giacca a -20° e muore

Livigno

LIVIGNO (SONDRIO)  –  E’ uscito dal pub in giacca, a Livigno, in Valtellina. Fuori la temperatura era di 20 gradi sotto zero. E lui, Domenico Sassu, 47 anni, di origini sarde, è stato trovato la mattina dopo morto assiderato in una discarica. Ad ucciderlo un infarto. Resta da capire come sia finito nella discarica. 

Sassu era nato ad Alghero (Sassari) ma lavorava a Livigno come cameriere stagionale in un centro benessere, riferisce Paolo Marelli sul Corriere.it. Martedì era il suo giorno libero. La sera era andato in un pub del paese insieme ad un amico. Ad un certo punto è uscito e non è più tornato. 

L’amico ha lanciato l’allarme, ma invano. Solo la mattina dopo i vigili del fuoco hanno trovato il corpo di Sassu vicino a una discarica di rifiuti inerti ad Acquagranda, sempre nel territorio del Comune di Livigno.

 

To Top