Livinallongo (Belluno), Stefano Devich ucciso da un fulmine nel bosco

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 agosto 2018 11:21 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2018 11:21
Livinallongo (Belluno), Stefano Devich ucciso da un fulmine nel bosco

Livinallongo (Belluno), Stefano Devich ucciso da un fulmine nel bosco (Foto Ansa)

BELLUNO – Ucciso da un fulmine in mezzo al bosco. Stefano Devich, falegname di 48 anni di Salesei di Sopra (Bellino), [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] mercoledì primo agosto  poco dopo le 18:30 era uscito di casa per andare a fare un giro in località Mont de Andraz.

Devich amava quei boschi e quei sentieri veneti, e spesso vi si rifugiava per stare più a contatto con la natura ed osservare, munito di binocolo, gli animali e gli uccelli che frequentavano quei luoghi. Ma quei boschi gli sono stati fatali.

Mercoledì Devich, che era anche un appassionato cacciatore, si è diretto verso il passo Falzarego e poco dopo il paese di Cernadoi, a Costa Vegla, ha lasciato l’auto in una piazzola di sosta lungo la strada statale 48 delle Dolomiti e ha proseguito a piedi lungo il sentiero verso La Martìn.

LEGGI ANCHE: FULMINI, COME RIPARARSI DURANTE UN TEMPORALE

Qui, vicino ad alcuni fienili, si è posizionato in attesa di veder passare gli animali. Ma qui è stato anche colto da un temporale, scoppiato intorno alle 20 a Livinallongo. Un fulmine deve averlo colpito. Lui è stato trovato lì, disteso sotto un albero, con il monocolo spezzato.