Livorno, sovradosaggio del vaccino Pfizer: quattro dosi invece che una. Settimana scorsa caso analogo a Massa

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 18 Maggio 2021 14:19 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2021 14:19
Livorno sovradosaggio del vaccino Pfizer

Livorno, sovradosaggio del vaccino Pfizer: quattro dosi invece che una. Ieri caso analogo a Massa (foto ANSA)

Un caso di sovradosaggio di vaccino Pfizer, con quattro dosi somministrate invece di una, si è verificato a Livorno, nell’hub vaccinale del Modigliani Forum. A ricevere il sovradosaggio, come spiegano dalla Asl, una donna di 67 anni: sarebbe in buone condizioni di salute si spiega dalla Azienda sanitaria che ha convocato una conferenza stampa alle 12.30 su quanto avvenuto.

Un caso analogo si è verificato sempre in Toscana, a Massa, lo scorso 9 maggio. In quel caso era stata una ragazza 23enne a ricevere 4 dosi di Pfizer. 

Aggiornamento ore 14:19.

Riceve 4 dosi del vaccino Pfizer a Livorno, donna ricoverata 

Sta al momento bene ed è ricoverata in pronto soccorso per accertamenti la donna che ieri pomeriggio, 17 maggio, ha ricevuto 4 dosi tutte insieme del vaccino Pfizer. E’ quanto si spiega dalla Asl Toscana nord ovest che sul nuovo caso di una sovradosaggio del vaccino anti Covid avvenuto in Toscana, ha convocato una conferenza stampa.

“Abbiamo avuto questo episodio di una signora di 67 anni che ieri pomeriggio ha ricevuto 0.30 millilitri di vaccino Pfizer, interamente, senza essere diluito, e quindi una quantità di vaccino pari a 4 dosi”, ha spiegato il direttore di zona del distretto livornese dell’Azienda sanitaria Cinzia Porrà.

“Ce ne siamo accorti immediatamente – ha aggiunto Porrà – e la signora è stata subito presa in carico da medico e infermieri e tenuta in osservazione per un’ora. Non ha avuto malori, ma un comprensibile stato di ansia e si è molto spaventata, come si sono spaventati gli stessi operatori. Devo dire che i familiari sono stati molto comprensivi hanno capito che può accadere nei grossi numeri come quelli che stiamo trattando qui”.

“Abbiamo suggerito alla signora di fare degli accertamenti – ha aggiunto il direttore – e l’abbiamo fatta ricoverare in pronto soccorso dove è ancora ricoverata in attesa dei risultati di alcuni esami. Attualmente la signora sta bene. Abbiamo fatto presente alla signora che quanto accaduto rispetto a quella che è l’esperienza della stessa casa farmaceutica non ha dato per il momento in altri casi accaduti manifestazioni particolari e non ci sono state reazioni avverse a un sovradosaggio del vaccino somministrato”.