Lo psichiatra: “Michele Misseri disse di aver preso farmaci”

Pubblicato il 7 Novembre 2011 17:55 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2011 17:59

TARANTO, 7 NOV – Michele Misseri il 15 ottobre 2010, alcune ore prima di esser interrogato dagli inquirenti nel giorno in cui accuso' la figlia Sabrina dell'omicidio di Sarah, avrebbe assunto farmaci che gli avrebbero provocato una temporanea perdita di lucidita'. E' quanto lo stesso Misseri ha riferito allo psichiatra del carcere, Giovanni Primiani.

La circostanza e' stata riferita da Primiani nell'udienza preliminare conclusasi poco fa in tribunale a Taranto. La circostanza della presunta assunzione di farmaci da parte di Michele Misseri era gia' emersa nel corso dell'inchiesta, riferita al periodo nel quale era detenuto: come risulta dagli atti, quattro testimoni, tra i quali due infermieri del carcere di Taranto, hanno detto che Misseri aveva rifiutato qualsiasi assunzione di farmaci tranquillanti, firmando per il rifiuto.