Loano (Savona), accoltella il rivale in amore e scappa, ma viene arrestato

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 ottobre 2018 7:45 | Ultimo aggiornamento: 4 ottobre 2018 0:30
Loano (Savona), accoltella il rivale in amore e scappa, ma viene arrestato

Loano (Savona), accoltella il rivale in amore e scappa, ma viene arrestato (Foto Ansa)

SAVONA – Era geloso perché la sua ex moglie, dalla quale aveva avuto tre figli, si era rifatta una vita con lui, e così lo ha accoltellato. Un pizzaiolo egiziano di 53 anni è stato arrestato martedì sera, 2 ottobre, in un’operazione congiunta dei carabinieri di Albenga e Alassio con l’accusa di tentato omicidio. L’uomo avrebbe ripetutamente accoltellato alla testa un marocchino di 63 anni.

L’aggressione è avvenuta nei pressi della stazione di Loano, in provincia di Savona. Il ferito è stato ricoverato in ospedale in fin di vita. Secondo gli investigatori i due sarebbero rivali in amore.

In base a quanto emerso dal racconto di chi conosceva i due uomini, infatti, l’aggressore non accettava che la ex moglie, dalla quale aveva avuto tre figli, dopo la separazione avesse iniziato a frequentare il sessantenne marocchino. Da qui sarebbe scaturita, secondo gli investigatori, la decisione di ucciderlo. Un’aggressione cruenta, con numerosi colpi inferti al volto e al collo della vittima con un coltello da 40 centimetri, e di fronte a diversi testimoni.

Quindi la fuga in auto, che si è conclusa all’ingresso di Alassio dove è incappato in un posto di blocco dei carabinieri istituito subito dopo l’aggressione. Con sé il pizzaiolo aveva il coltello ancora sporco di sangue. Ora è in stato di fermo. Il ferito, operato nella notte, è ancora in prognosi riservata.