Locri, accoltella la fidanzata 14 volte: erano andati a convivere il giorno prima

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Gennaio 2020 12:10 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2020 13:35
Locri, accoltella la fidanzata 14 volte: erano andati a convivere il giorno prima

Un coltello (foto ANSA)

REGGIO CALABRIA – Ha accoltellato 14 volte la compagna con la quale era andato a convivere giusto ieri mattina, il 6 gennaio, ed è stato arrestato poche ore dopo dai carabinieri. E’ accaduto a Locri, in provincia di Reggio Calabria. La donna, una 27enne di origine cubana, è ricoverata nell’ospedale di Reggio Calabria con ferite al torace e all’addome. E’ grave ma non è in pericolo di vita. L’autore, 18enne, è stato trovato nascosto in una intercapedine del sottotetto dell’abitazione, con i vestiti ancora intrisi di sangue.

I carabinieri sono intervenuti la notte scorsa nella casa dove era avvenuto il tentato omicidio trovando, sul pianerottolo antistante un appartamento all’ultimo piano, la ragazza con numerose ferite da taglio, colpita con almeno 14 fendenti che hanno interessato punti vitali come la giugulare, l’emitorace e l’addome. Soccorsa è stata subito trasportata nell’ospedale di Locri e poi trasferita in quello di Reggio Calabria.

Gli investigatori dell’Arma hanno quindi accertato che la donna, che da alcuni mesi faceva l’estetista in un comune della Locride, recentemente aveva allacciato una relazione sentimentale con il 18enne e che proprio ieri mattina i due erano andati a vivere insieme. Mentre i militari della Sezione investigazione scientifica del Comando provinciale di Reggio Calabria stavano compiendo i sopralluoghi sul luogo dell’accoltellamento, i carabinieri della Compagnia, dopo accurate ricerche, hanno rintracciato il giovane nascosto all’interno di una intercapedine del sottotetto dell’abitazione ancora sporco di sangue, nell’intento, secondo l’accusa, di sottrarsi all’arresto e di occultare le prove. Il ragazzo, già noto alle forze dell’ordine, è stato quindi arrestato con l’accusa di tentato omicidio e condotto nel carcere di Locri a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Fonte: ANSA.