Locri, non mandavano i figli a scuola: denunciati 156 genitori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 11:41 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 11:43
Locri, non mandavano i figli a scuola: denunciati 156 genitori

Locri, non mandavano i figli a scuola: denunciati 156 genitori

LOCRI (REGGIO CALABRIA) – Genitori che non mandano a scuola i propri figli: in Calabria, in provincia di Locri, è quasi un’epidemia. Sono 165 i genitori di 88 ragazzi tra i 6 e i 15 anni denunciati dai carabinieri dopo un monitoraggio in tutte le scuole dei 42 Comuni della Locride.

I genitori non hanno fatto andare i figli a scuola o hanno permesso loro di assentarsi dalle lezioni per un periodo superiore al 25% delle giornate di assenza consentite, pari a 50 giorni su 200 di frequenza previsti.

I controlli hanno riguardato sia l’anno scolastico 2012/2013, con 87 genitori denunciati, sia quello successivo 2013/2014, con 78 denunce.

Le motivazioni alla base della mancata frequenza scolastica sono diverse, spesso aggravate da condizioni socio-economiche difficili in cui i minori sono vere risorse per la famiglia che li avvia a lavori saltuari o a fare i “baby sitter” dei fratelli minori.

Tra i Comuni più colpiti ci sono Stilo, Riace, Caulonia (e la popolosa frazione Caulonia Marina), Bianco, San Luca, Brancaleone, Antonimina, Careri, Locri, Siderno, Platì, Natile Nuovo, Ardore, Ciminà, Siderno, Caulonia e la sua frazione Marina, Grotteria, Gioiosa, Stignano, Marina di Gioiosa Jonica, Monasterace, Locri e Roccella.