Lodi. 10 anni al camionista bielorusso che al grido di W Stalin ha sprangato il collega ucraino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Luglio 2020 11:25 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2020 11:25
Lodi, 10 anni al camionista bielorusso che ha sprangato il collega

Lodi, lite tra camionisti finisce a sprangate. 10 anni al bielorusso che inneggiava a Stalin (Ansa)

Una lite “politica” fra camionisti dell’ex Urss (un bielorusso e un ucraino) si è conclusa a sprangate: iniziata discutendo di Ucraina è finita con un tentato omicidio.

Al grido di W Stalin: è stato infatti condannato a 10 anni di reclusione dal tribunale di Lodi per tentato omicidio il camionista bielorusso di 59 anni.

Il pomeriggio del 5 gennaio scorso, nel parcheggio di una stazione di servizio di Sordio (Lodi), aveva mandato in coma un camionista ucraino di 47 anni,

Lo ha colpito più volte alla testa con una spranga di ferro, mentre inneggiava a Stalin.

Oggi nel processo è emerso che la vittima ha riportato gravi invalidità permanenti anche se, inaspettatamente, non si è costituito parte civile.

Lite sull’Ucraina nella stazione di servizio vicino Lodi

Il culmine della lite era arrivato dopo una discussione accesa sulla politica in Ucraina. La pubblica accusa aveva chiesto una pena più elevata, 13 anni, contestando anche l’aggravante dei futili motivi.

Il litigio era cominciato ore prima, a pranzo: tre colleghi camionisti erano riusciti in un primo momento a sedare gli animi.

In serata i due avevano ricominciato. Di sicuro il bielorusso di 59 anni era ubriaco. Inevitabile lo scontro fisico.

A questo punto l’uomo ha cercato un’arma contundente, un attrezzo per la sostituzione degli pneumatici dei tir, una barra di ferro di circa 60 centimetri, ha fatto al caso suo. (fonte Ansa)