Lodi: era un prof disoccupata la donna che ha tentato di accoltellare pm

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2015 19:28 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2015 19:28
Lodi: era un prof disoccupata la donna che ha tentato di accoltellare pm

Lodi: era un prof disoccupata la donna che ha tentato di accoltellare pm

LODI – Era una docente precaria, infuriata perché le avevano attribuito una graduatoria troppo bassa. Sarebbe questo il motivo principale dell’astio covato da Rosa Maria Capasso, 38 anni, che martedì è entrata con un coltello in tribunale a Lodi con l’idea di uccidere la pm Alessia Menegazzo che si occupava del suo caso.

La Capasso, laureata in scienze motorie, aveva ottenuto un posto da supplente di educazione fisica in un liceo di Codogno ma dopo circa un mese, a graduatorie aggiornate, aveva dovuto cedere il posto. Aveva quindi fatto domanda per un posto da bidella ma, a suo dire, le avevano assegnato un punteggio tropo basso. E così la Capasso ha deciso di denunciare la scuola e gli uffici scolastici di Lodi.

La donna aveva iniziato a dare segni di squilibrio psichico: quando ha capito che le sue continue telefonate in tribunale venivano “rimbalzate” ha deciso di passare all’azione. In tribunale ha ferito un vigilante e la pm Menegazzo con un pugno alle spalle.