Lodi, negozio licenzia la commessa: “Mi dispiace, lei è troppo grassa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 gennaio 2019 12:09 | Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2019 12:09
Lodi, negozio licenzia la commessa: "Mi dispiace, lei è troppo grassa"

Lodi, negozio licenzia la commessa: “Mi dispiace, lei è troppo grassa” (Foto ANSA)

LODI – Il negozio licenzia la commessa: “Mi spiace, lei è troppo grassa“. Così la donna perde il posto dopo un solo giorno di lavoro. “Non è abbastanza agile”. È quanto si è sentita rispondere dopo sole quattro ore una commessa di Lodi. Licenziata dai grandi magazzini per essere fuori forma. Lo racconta lei stessa al Corriere della Sera, 28enne di Lodi, convinta di essere vittima di un caso di discriminazione sul lavoro “perché troppo grassa”.

Un lavoro che aveva trovato soltanto 24 ore prima e per il quale era stata ritenuta “qualificata dopo ben due colloqui”. Impiego revocato il primo giorno di lavoro a causa dei chili di troppo: “Peso 90 chili ma questo non mi ha mai creato problemi sul lavoro fino a oggi – denuncia lei – Non mi sono mai sentita tanto offesa e se denuncio questo atteggiamento è perché non voglio che altre ragazze possano sentirsi discriminate per via del loro aspetto”.

L’addetta di un altro punto vendita sottolinea come anche in alcuni negozi esistano standard fisici per le commesse: “Capisco la responsabile, non tutte le ragazze possono fare questo lavoro. Occorre essere rapidi e l’obesità può essere un limite. Addirittura un giorno un cliente mi ha tirato dietro una scatola da scarpe”.