Nubifragio e vento forte su Lodi: alberi sradicati e tetti scoperchiati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2020 9:21 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2020 9:21
Lodi, nubifragio e vento forte

Nubifragio e vento forte su Lodi: alberi sradicati e tetti scoperchiati (foto ANSA)

Un nubifragio si è abbattuto su Lodi nella serata di ieri, 28 luglio, con raffiche di vento fino a 60 chilometri orari e scrosci d’acqua da 170 millimetri l’ora.

Nella zona artigianale di Selvagreca, è stato scoperchiato un tetto mentre, in diverse zone di Lodi e dell’immediato circondario, i vigili del fuoco hanno dovuto raggiungere, dopo decine di chiamate di aiuto, strade e giardini per la rimozione di numerosi alberi sradicati. 

La pioggia è caduta, senza però causare grossi problemi, anche su Milano e sulla Lombardia nord-occidentale. Venerdì scorso infatti a Milano e provincia erano esondati il torrente Seveso e il fiume Lambro. 

Lombardia flagellata dal maltempo

Tra le aree più colpite, il Nord Milano e Legnano. A Cinisello erano stati chiusi due sottopassi. Sottopassi chiusi anche a Sesto San Giovanni. A Parabiago, dove una bomba d’acqua aveva allagato il sottopasso ferroviario, con un uomo che aveva abbandonato l’auto per mettersi in salvo. 

Flagellato dal maltempo anche il Bresciano, dove si erano registrati allagamenti in case, cantine e autorimesse, oltre a cadute di alberi. A Erbusco erano esondati i tombini, creando un “torrente” sulla strada principale del centro.

Violenti temporali avevano colpito anche la zona di Crema, dove una tromba d’aria si era sviluppata a Spino d’Adda abbattendosi poi su buona parte della provincia e colpendo paesi come Pandino e la stessa città di Crema dove alcune strade si sono allagate. (fonte ANSA)