Loreto Aprutino (Pescara), segrega in casa moglie e figlie e le chiama con numeri

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 novembre 2018 8:29 | Ultimo aggiornamento: 18 novembre 2018 8:30
Loreto Aprutino (Pescara), segrega in casa moglie e figlie e le chiama per numero

Loreto Aprutino (Pescara), segrega in casa moglie e figlie e le chiama per numero

LORETO APRUTINO (PESCARA)  –  Maltrattava la moglie e le tre figlie minorenni con continue vessazioni e minacce, impediva loro di avere contatti con il mondo esterno e le chiamava con numeri da due a cinque. Il numero 1, ovviamente, l’aveva riservato per sé.

Protagonista della vicenda è un uomo di circa 50 anni, residente in un paese della provincia di Pescara, Loreto Aprutino, che venerdì pomeriggio è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Montesilvano. E’ stata la denuncia della moglie, presentata nel giugno scorso, a far scattare le indagini sulle violenze domestiche.  

Dall’attività degli investigatori è emerso che l’uomo non consentiva spazi minimi di azione o di libertà alla sua famiglia. Badava lui a tutto: faceva la spesa e si occupava di tutte le incombenze quotidiane. Aveva addirittura smesso di chiamarle con il proprio nome, utilizzando invece i numeri: ‘2’ per la moglie, ‘3’, ‘4’, e ‘5’ per le figlie minorenni. Per sé aveva riservato il numero ‘1’.

Dopo la denuncia della donna, al marito erano stati imposti dall’autorità giudiziaria l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai familiari.  

L’uomo si era trasferito in un altro paese della provincia di Pescara, a casa dei genitori, mentre la moglie e le figlie si erano spostate in un’altra regione. Nonostante ciò, l’uomo avrebbe tentato più volte di violare i provvedimenti cautelari ed è stato nuovamente segnalato alla procura. L’epilogo venerdì 16 novembre, con l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.