Loris Stival, Veronica Panarello ha pianto in aula quando è stata proiettata foto del figlio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Gennaio 2015 14:14 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2015 14:19
Veronica Panarello

Veronica Panarello

ROMA – Venerdì 2 gennaio ha pianto in aula Veronica Panarello, la donna accusata per l’omicidio del figlio Loris quando, durante l’udienza davanti al Tribunale del riesame di Catania, è stata proiettata l’immagine del bambino. Oggi c’è attesa per la decisione del Tribunale del riesame sulla richiesta di scarcerazione presentata dal legale di Veronica Panarell.

La difesa della donna, con l’avvocato Francesco Villardita, ha chiesto l’annullamento dell’ordinanza cautelare del Gip di Ragusa, la Procura Iblea la sua conferma.

“Non è il momento giusto per parlare, non ne ho voglia. Ho solo voglia di piangere per le condizioni in cui ho trovato mia figlia e per come la stanno trattando. Nemmeno quelli al 41 bis… Non ci resta che aspettare la decisione del Riesame”: queste le dure parole di Francesco Panarello, il padre di Veronica. Tecnicamente per la notifica del provvedimento i giudici hanno tempo fino alla mezzanotte di oggi. Il Tribunale del riesame, che deve decidere sull’esistenza delle esigenze cautelari, potrebbe anche limitarsi a depositare il dispositivo dell’ordinanza, rinviando a altra data quello delle motivazioni.

(foto Ansa)