Luca Sacchi, a Mattino Cinque il padre contro Anastasia: “Non le credo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Dicembre 2019 16:27 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2019 16:27
Luca Sacchi, a Mattino Cinque il padre contro Anastasia: "Non le credo"

Luca Sacchi e Anastasia (Foto Ansa)

ROMA – Alfonso Sacchi, padre di Luca Sacchi, contro le deposizioni di Anastasia, fidanzata del figlio ucciso a Roma il 23 ottobre scorso. “Sono tutte mezze verità, come le ha dette il primo giorno, anche adesso ne ha raccontata una”, ha detto Alfonso Sacchi raggiunto al telefono da Mattino Cinque. “Luca non c’entra. Questa è la verità, ma a lei io non credo. Non si inventassero cavolate, dicesse la verità e basta, tutte queste storie sono inaccettabili”.

L’INTERROGATORIO DI ANASTASIA – Nell’interrogatorio di mercoledì 4 dicembre Anastasia ha respinto le accuse su di lei parlando invece di Giovanni Princi, l’amico di infanzia di Sacchi che avrebbe gestito la trattativa con i pusher di San Basilio per l’acquisto di 15 chilogrammi di droga. “Non sapevo che in quello zaino c’erano 70mila euro”, ha detto all’interrogatorio di garanzia, dopo la misura dell’obbligo di firma notificatale il 29 novembre scorso. “In questa vicenda di droga io e Luca non c’entriamo nulla”.

Anastasia avrebbe tirato in ballo Princi. “Prima di quel momento Giovanni era un grandissimo amico del mio fidanzato”, avrebbe raccontato al giudice, fissando nella drammatica collutazione, terminata con il colpo di pistola alla testa sparato da Valerio Del Grosso, uno snodo tragico nel rapporto tra il persona trainer e Princi. “Questa vicenda ci ha sconvolto e travolti”, ha spiegato.

Secondo l’accusa, però, Anastasia e Princi avrebbero avuto un “ruolo centrale” nella trattativa con gli spacciatori ai quali avrebbero mostrato il denaro ottenuto da un “finanziatore” che resta ancora da identificare. (Fonti: Mattino Cinque, Ansa)