Luca Tromboni ucciso nella sua ditta di viti a Rozzano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Marzo 2015 13:28 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2015 13:29
Luca Tromboni ucciso nella sua ditta di viti a Rozzano

Luca Tromboni ucciso nella sua ditta di viti a Rozzano

MILANO – Un uomo di 50 anni, Luca Tromboni, è stato ucciso con due colpi di pistola nella propria ditta di viti a Quinto de’ Stampi, una frazione di Rozzano (Milano). I carabinieri escludono che si sia trattato di una rapina finita male: nell’azienda non mancava nulla e la vittima aveva ancora in tasca il portafogli.

Gli investigatori stanno ascoltando i parenti, i 15 dipendenti, e i clienti della ditta. Si indaga anche sulla situazione patrimoniale della società che, al momento, sembra non abbia problemi finanziari.

La Tromboni è stata aperta nel 1967 dal padre di Luca, Romano, che oggi ha 81 anni. Luca ne era titolare insieme al fratello Sandro. La famiglia vive vicino alla ditta. E’ stata proprio la madre di Trombini, Angiolina, di 75 anni, a trovare il cadavere del figlio intorno alle 6 di venerdì mattina. Era all’interno del capannone.

L’orario non deve far insospettire: Luca Tromboni entrava ogni giorno in azienda alle 6 di mattina e ne usciva solo a tarda sera. Non è ancora chiaro se l’omicidio sia avvenuto nella notte o la mattina.